Grosseto 2018 di Panella-Posa

Si è svolta a Marina di Grosseto la seconda Nazionale della stagione 2018, presso la Compagnia della Vela, che ospiterà anche il Mondiale F18 2019. Diciannove gli equipaggi al via. Si nota subito una gradita sorpresa, un nuovo equipaggio padre-figlio, i Ronchini ITA172. Benvenuti! Vi divertirete ed in genere siamo un gruppo piacevole con cui passare alcuni weekend all’anno di mare, catamarano e vento.
Il piazzale del Circolo si comincia ad animare intorno alle 12 del venerdì con i primi arrivi. Qualcuno entra anche in acqua con un bel vento intorno ai 14/16 nodi, che accompagnerà fino al tardo pomeriggio, calando un po’, tutti quelli che hanno deciso di verificare che tutto funzioni.
Cena veloce e a letto presto, almeno per noi, visto il viaggio, mentre alla spicciolata arrivavano tutti.
Si parte il sabato all’una in orario. Il bel vento del venerdì decide di non ripresentarsi e si parte con brezza intorno agli 8 nodi ad andare bene. Il comitato posiziona un campo abbastanza neutro a mio avviso che permette a tutti di fare le proprie scelte. Tre prove su due giri, della durata di poco superiore ai 50 minuti vengono messe in cascina.
Nella prima prova subito in evidenza l’equipaggio Bianchini-Rigatti, seguiti da noi e da Vettori-Stella. Nelle altre due prove le condizioni sostanzialmete non cambiano, se non per un leggero incremento del vento verso la fine della seconda bolina della terza prova. Gli equipaggi con buon passo in queste condizioni si scambiano le posizioni al comando ma sostanzialmente non si vedono clamorosi rimescolamenti. La giornata si chiude con tre prove concluse, abbastanza pesanti psicologicamente perchè il poco vento ed i salti, specie di lasco, non erano assolutamente semplici da interpretare. La pasta offerta dal circolo a fine giornata aiuta a recuperare.
Cena di gruppo per chi ha deciso di aderire e dopo un gelato in centro, con verifica del magro meteo per il giorno dopo, tutti a nanna… o nel caso di qualcuno, a scervellarsi su cosa modificare il giorno dopo per ribaltare le sorti.
La domenica mattina ci accoglie con sole e… piattume! Verso le 11:00 una leggerissima brezza comincia a farsi vedere. Barche in acqua verso le 12:00 quando ci sono 6 nodi scarsi. Il comitato fa un buon lavoro e riesce a infilare due prove ancora più snervanti del giorno prima, visto che il vento si mantiene sempre intorno ai 6 nodi a mio avviso. Mr President on fire, con due primi di giornata ottenuti dominando sulla flotta grazie alla acquisita velocità con le ariette. La notte ha portato consiglio… e settings! Bianchini – Rigatti non mollano con due secondi e vincono la regata, seguiti da Vettori-Stella che limitano i danni e chiudono secondi. Noi annaspiamo a mezza flotta e complice la bulgarata alla seconda prova del sabato ci troviamo a scrivere il resocondo della regata. Verdetto finale: ITA22, ITA8 e ITA969.
Pasta, alcuni smontano e lasciano lì per Punta Ala, alcuni vanno via e altri pianificano la traversata di quindici giorni dopo. A chiusura la premiazione.
Il bilancio: diciannove barche iscritte, nello standard attuale della flotta italiana, un equipaggio nuovo, cinque prove concluse e scotte cunningham salvaguardate. Il circolo ci ha come sempre supportati in tutto.
Tecnica: gran parlare nel piazzale, almeno per quanto mi riguarda, delle prestazioni delle deck-sweeper (o spazza-ponte come correttamente traduce qualcuno) nei vari range di vento. Il venerdì abbiamo visto velocità notevoli con vento intorno ai 14 nodi (in prova), il sabato non sembravano incontenibili (8-10 nodi) ma la domenica Fantasia-Recalcati, non trai più leggeri, volavano in 6 nodi seguiti dai bravissimi Bianchini-Rigatti. Anche a mezza flotta chi era intorno a noi con DS camminava forte per le condizioni. A mio avviso se si mette a posto il low-range come setting barca e conduzione diventano veramente performanti e praticamente scelta obbligata per chi ha aspirazioni da podio, pur non dimenticando la complicazione delle manovre.
Bel weekend, tutti a Punta Ala ora!

Un commento

  1. Raffaele Ronchini

    Grazie a tutti per la calorosa accoglienza nel Team F18 ! Cercheremo di essere presenti sui campi di regata…e di crescere in fretta.
    Raffaele e Filippo Ronchini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.