CIF18 Gaeta 2018. Day 2

La news di oggi, al secondo giorno di regate al Campionato Italiano Formula18-Gaeta 2018, potrebbe cominciare con un copia ed incolla del primo paragrafo di ieri. Ma ci limitiamo a dire “perfect day parte seconda”, e domani chissà!

Si perchè nulla è mancato anche oggi nello scenario del golfo di Gaeta. Barche in acqua intorno alle 12,30 e poco meno di un’ora: via alla prima prova. Vento di SSW sui 8 nodi e due giri per la flotta. 35 minuti e via per la seconda prova con il pennello 3 ad indicare tre giri, con vento in salita ed in rotazione verso ovest. Controstart su di una decina di metri e via con SW sui 12 nodi. Terza prova di giornata sempre più rotazione con WSW di intensità mai sotto i 12 nodi, altro spostamento del Controstart e via su verso il cancello di bolina.

Alle 17 tutti a terra con il solito rinfresco offerto dallo Yacht Club Gaeta, “aria fritta”, supplì, crocchette e tanto altro e sopratutto birra alla spina a gogo!

Nulla di cambiato per il podio provvisorio. Mazzucchi-Lisignoli scartano un 2 e con 7 punti guidano la classifica. Fiato sul collo ad un punto Vettori-Stella che oggi “infilano” due primi di giornata e a 7 punti dal secondo Radman-Cioni al gradino più basso del podio (classifica completa clicca).

Un grazie particolare oggi alla Guardia di Finanza sezione Vela che ha messo a disposizione personale e gommone per le riprese. Gommone frutto di confisca ad organizzazioni criminali, che ha fatto di questa giornata una ancora più ricca si soddisfazioni.

La galleria immagini di oggi è interamente dedicata ai prodieri, anzi “W i prodieri”! E chi si è perso le partenze in diretta streaming può rivederle sulla pagina del gruppo Formula18 Italia (clicca). Buona visione. Appuntamento stasera allo stabilimento balneare e ristorante Papardò nel parco dell’Arenautica (Gaeta) per la cena sociale e domani, meteo permettendo la long distance del Campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.